top of page
  • Immagine del redattoreLisa Proietti

NaturaCreativa, oggi come allora nel lontano Luglio 2001: Creatività, Materiali e Ambienti.

Aggiornamento: 30 apr

Dal primo fine settimana di Luglio del 2001 e per tutto quel mese..., "NaturaCreativa" di Lisa e Silvia, grazie all'invito di due donne sensibili che erano state in grado di percepire doti e sogni, realizzava per la prima volta l'esperienza di connotare parte di un mercato artistico-artigianale in una location pregna di storia e fascino, all'ombra di una delle più belle Porte d'accesso al Centro Storico della loro città, Porta Pesa (Perugia).


Tra artisti, artigiani, antiquari e negozianti del Rione, le due Amiche storiche, semplici cultrici del genere, appassionate di natura, esploratrici di ambienti, materiali e tecniche, esprimevano un solo desiderio: creare partendo sempre dal salvataggio e dall'innovazione "del vecchio" in un determinato tempo contro ogni forma di spreco, come insegnato loro dai propri senior; per quell'occasione, avevano recuperato una quantità importante - utile alla partecipazione di ben quattro mercati annuali! - di parti o interi oggetti in ceramica, vetro, specchio, alluminio, fili di rame, legno, stoffa, carta, fibre naturali, sfalci e potature... quando ancora non si parlava minimamente di Economia Circolare e non si codificavano azioni di puro buon senso.


Precursore di "RifiutiPreziosi", ogni scarto di lavorazione allora rilevato, ogni prodotto gettato o in procinto di esserlo era stato via via raccolto, valutato, pulito e rilanciato secondo una nuova veste, creando originali prodotti attraverso l'unione di più parti e materiali diversi, seguendo le diverse tecniche apprese o testando quelle osservate, ma soprattutto ascoltando la propria immaginazione e l'eco dei propri nonni, 'influencer' senza eguali a parer nostro; come, ad esempio, i bellissimi mazzi di fiori creati a partire dalle spalline di abiti o giacche multicolore degli anni '60/'70 donate da sarte di fiducia, insieme a fili di rame recuperati da scarti di materiale elettrico e vetrini multicolore lavorati dal mare, uniti a fasci di grano appena raccolto trattenuti da antiche passamanerie delle spose e carte modello degli anni '40: un sogno per gli occhi e per la memoria, a detta dei numerosi interessati.


Per Emotion.Discovery.Universe. (EDU) e NaturaCreativa, oggi come allora nel lontano luglio 2001, è la passione per la Natura a dettare la rotta - perché "Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata" (Albert Einstein) - insieme a una fervida immaginazione e curiosità verso tecniche, strumenti e materiali innovativi che si propongono di traghettare quelli più tradizionali verso la "nuova" accezione di sostenibilità; a seguire, pubblico due foto scattate e stampate da rullino nel 2001, pillole emozionali di due mercati vissuti nel mese di Luglio a Perugia e nel mese di Dicembre a Trevi, accanto ad una selezione di scatti, più recenti, creazioni realizzate secondo gli stessi principi di allora:


150 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page